Il Notaio è al tempo stesso, nel nostro ordinamento giuridico, un Pubblico Ufficiale e un Libero Professionista. A seguito infatti di un rigorosissimo concorso pubblico che si svolge a livello nazionale a Roma con cadenza normalmente annuale, al Notaio viene assegnata, in base alla graduatoria del concorso stesso, una sede nella quale esercitare la propria attività, sede alla quale il Notaio ha per legge l’obbligo di prestare assistenza almeno tre giorni a settimana. Il Notaio è quindi un ufficiale pubblico che ha il compito di ricevere atti tra vivi e di ultima volontà e la sua funzione pubblica consiste principalmente nel poter attribuire loro pubblica fede, ossia nel garantire una particolare efficacia probatoria a ciò che egli dichiara essere avvenuto in sua presenza, così come racchiuso nell’atto notarile. Al Notaio è poi demandata la precisa funzione di conservare questi atti e di poterne rilasciare copie, finché in esercizio. Egli ha poi tutta una serie di altre funzioni come, ad esempio, quella di sottoscrivere e presentare ricorsi di volontaria giurisdizione quando attengono ad atti da lui ricevuti, ricevere atti di notorietà, ricevere le dichiarazioni di accettazione di eredità con beneficio di inventario, etc.

La particolare e rigorosa preparazione tecnica e giuridica che contraddistingue questa figura, fa sì che il Notaio, oltre alla pubblica funzione che gli è attribuita per legge, sia anche un professionista qualificato al quale rivolgersi per ottenere consulenze e pareri, attività spesso – ma non necessariamente – ancillare rispetto alla redazione dell’atto notarile. L’aspetto della libera professione si manifesta nel senso che il Notaio non è stipendiato dallo Stato e gestisce in totale autonomia di mezzi e di rischi la propria attività e il proprio studio.

Al Notaio è demandato dallo Stato anche il fondamentale compito della riscossione e pagamento delle imposte legate agli atti da lui ricevuti o autenticati, imposte per le quali è responsabile in solido con le parti e che ha quindi il dovere di riscuotere dalle stesse e di versare allo Stato con tempistiche ben definite. Questo fa sì che egli sia una figura anche particolarmente competente in materia di imposte indirette, aspetto che viene sempre tenuto in grande considerazione anche nell’attività di consulenza.

Notaio Federico Rossi

Studio Notarile Rossi Vico Chiusoli_Notaio Federico Rossi

Il Notaio Federico Rossi, classe 1958, è nato a Bologna dove ha compiuto gli studi fino alla laurea. Figlio del Notaio Gianluigi Rossi, ha iniziato la carriera notarile nella sede di Cervia (Ravenna), per poi arrivare dopo pochi mesi a Casalecchio di Reno e quindi a Bologna nel 1993. Nel 1996 si ...

Profilo completo

Notaio Carlo Vico

Studio Notarile Rossi Vico Chiusoli_Notaio Carlo Vico

Il Notaio Carlo Vico, classe 1952, è nato e vissuto a Bologna, dove ha compiuto gli studi fino alla laurea. Figlio del Notaio Aldo Vico, ha frequentato la scuola notarile di Roma fino e ha superato il concorso a soli 26 anni, per poi iniziare la carriera nella sede di Forlì. Nel periodo romano ha ...

Profilo completo

Notaio Camilla Chiusoli

Studio Notarile Rossi Vico Chiusoli_Notaio Camilla Chiusoli

Il Notaio Camilla Chiusoli, classe 1982, è bolognese di nascita, città dove ha vissuto e compiuto gli studi liceali, frequentando poi l'università Bocconi di Milano, dove si è laureata in giurisprudenza nel 2006. Nello stesso anno, dopo aver fatto uno stage presso lo studio notarile Rossi Vico, ...

Profilo completo